Come migliorare il proprio work life balance

Contacttaci

5 consigli di una life coach

 Conoscete il work life balance? È il raggiungimento di un equilibrio tra vita privata e lavoro, che permette un alto livello di benessere fisico e psichico. Ecco 5 consigli di una life coach per poterlo raggiungere nel lungo periodo.

AGGIUNGI AI PREFERITI
Uomo in bilico su una roccia

Benessere non significa solo essere fisicamente in forma, ma anche avere la capacità di bilanciare le aree principali della nostra vita: salute, tempo libero, passioni, lavoro e vita professionale.

Secondo una recente ricerca, in Italia il work life balance è al primo posto tra i fattori che determinano la scelta di un lavoro ed è considerato perfino più importante della ricompensa economica. Per vivere – e lavorare – bene c’è bisogno innanzitutto di stare bene.

Abbiamo chiesto alla life coach Marina Rachini se esistono dei principi da seguire per migliorare il proprio equilibrio vita e lavoro. Ovviamente non esistono delle regole fisse, tuttavia si possono dare dei consigli che tendono ad un bilanciamento salutare.

  1. Essere sempre positivi

È ormai appurato che con un atteggiamento mentale negativo è più difficile focalizzarsi. Per questo essere positivi è un aspetto importante per l’equilibrio vita-lavoro: aumenta l’efficienza e allontana lo stress. Lo stress deriva anche dal fatto che lottiamo mentalmente contro la situazione che stiamo affrontando: vorremmo che non fosse così com’è. Ma quando lottiamo contro la realtà, inevitabilmente perdiamo perché non possiamo cambiare le cose, ma possiamo invece cambiare il nostro atteggiamento verso di esse.

  1. Dividere i compiti in blocchi

Uno dei modi migliori per rimanere sempre positivi è delineare chiaramente quali attività eseguire, sia a breve che a lungo termine. Allineare il lavoro a breve termine con gli obiettivi a lungo termine aumenta la sicurezza di essere sulla buona strada, anche se si stanno compiendo solo piccoli passi alla volta. Ogni giorno bisogna concentrarsi solo sui primi elementi della lista, senza pensare all’intero elenco.

  1. Ridurre al massimo le distrazioni

Se desideriamo massimizzare la propria produttività lavorativa, un consiglio semplice ma fondamentale è disinnescare tutte le notifiche dei social media e usare gli smartphone nonché gli altri dispositivi solo quando è strettamente necessario. Da alcune ricerche dell’Università della Pennsylvania si è scoperto che le nostre menti diventano dipendenti dalle notifiche ricevute: ognuna di esse provoca il rilascio di dopamina, facendo in modo che il nostro cervello abbia continuamente bisogno di controllarle.

Limitare il consumo dei media digitali, disattivare le notifiche, allontanarci da queste distrazioni mentre lavoriamo, permette di tornare ad avere il controllo sul flusso di informazioni che ci arrivano.

  1. Avere maggiore consapevolezza di sé

Gli inglesi la chiamano mindfulness. In pratica è un approccio mente-corpo alla vita che permette di vivere le esperienze in un modo particolare: si presta attenzione ai pensieri, alle emozioni e alle sensazioni corporee. Questo permette di aprirsi a delle intuizioni originali, a gestire meglio le situazioni difficili o stressanti e di prendere delle decisioni pensate.

Essere mindful permette di cogliere tutti i segnali, anche quelli che disturbano, e di trasformarli in modo positivo così che puoi fare tutto con maggiore attenzione e con più soddisfazione. Ecco perché la mindfulness è uno strumento utile per migliorare il work life balance.

  1. Alimentazione corretta

Ormai tutti sappiamo quanto frutta e verdura siano un contributo di vitamine e sali minerali importanti per la nostra salute. Il consiglio è quello di mangiarne almeno quattro porzioni al giorno come contorno ai pasti o come spuntino per merenda. È preferibile scegliere i frutti e la verdura di stagione che oltre ad essere più economici sono spesso reperibili a kilometro zero.

Le banane e le verdure a foglia verde sono particolarmente ricchi di magnesio che riduce il senso di stanchezza ed affaticamento, la frutta secca e i legumi contengono molto zinco che conferiscono benessere e slancio, mentre in alimenti come la banana, le albicocche e i fagioli vi è molto potassio, il sale minerale che contribuisce alla normale funzione muscolare. Un modo per aiutare il nostro organismo a stare in forma è sicuramente bere molta acqua. Portare una bottiglia sempre con sé, lavorare al pc o studiare con un bicchiere sempre pieno vicino ci permette di idratarci senza quasi accorgerci.

Per questo Levissima ha deciso di unire tutte queste caratteristiche, qualità e benefici lanciando la gamma Levissima+. Una bottiglia di Levissima+ al giorno, grazie al minerale a scelta tra magnesio, potassio o zinco, contribuisce all’apporto di sali minerali di cui il corpo ha bisogno senza rinunciare al gusto e alla leggerezza perché con zero zuccheri e zero calorie.

E ora concentriamoci sul nostro work life balance!

AGGIUNGI AI PREFERITI
WordPress Video Lightbox
Acquista L’acqua Levissima