Tutto sul canyoning: come, perché e dove praticarlo

Tutto sul canyoning: come, perché e dove praticarlo

Scalare le montagne non vi basta? La nuova tendenza oggi è scendere fiumi e torrenti. Si chiama Canyoning e qui vi spieghiamo tutto quel che c’è da sapere.

Cos'è il canyoning e dove praticarlo

Il canyoning – o torrentismo – è una disciplina sportiva outdoor che consiste nel discendere fiumi, torrenti e piccole cascate, alternando camminata, scivolate su roccia, tuffi e calate con funi, all’interno di canyon, ovvero dove l’acqua ha scavato, nel corso dei millenni delle profonde gole.

Le origini

Lo speleologo Alfred Martel è considerato il precursore del canyoning: nei primi del novecento fu lui a iniziare le prime esplorazioni – a carattere scientifico – dei canyon nelle profonde Gole di Verdon in Francia.
Negli anni ’80 francesi e spagnoli iniziarono a praticare l’attività esplorativa in un’ottica più sportiva.

Caratteristiche del canyoning

Da un certo punto di vista questa disciplina somiglia all’arrampicata sportiva: anche questa sviluppa potenza muscolare, coordinazione e agilità.
A differenza degli sport estremi, il canyoning si può praticare anche senza una preparazione specifica, basta affidarsi all’esperienza di guide specializzate.
Ovviamente i percorsi variano in funzione del torrente e della capacità di chi lo pratica. Un’altra considerazione da tenere presente è che una volta cominciata la discesa nella forra (la gola stretta e profonda incassata nella roccia da percorrere) non è più possibile fare il percorso a ritroso, ma proseguire fino al termine.

Le attrezzature necessarie

E’ importante avere un muta in neoprene, necessaria per proteggersi dal freddo e dall’acqua.
Vi sono in commercio delle calzature specifiche per il canyoning in neoprene o gomma.
E’ necessario avere anche l’imbracatura, moschettoni e discensore che consentono di scendere le cascate con le corde. Il borsino o zaino deve poi contenere coltello, martello e tasselli da piantare.
E ovviamente è indispensabile avere un casco per la testa.

Il Canyoning in Italia

L’Associazione Italiana Canyoning (AIC) nasce nel 1998 e conta un numero di praticanti sempre in costante crescita. Nel nostro paese l’attività si svolge prevalentemente nelle forre di tutto l’arco Alpino e zone centrali della nostra Penisola, ma i luoghi più interessanti per il Canyoning si trovano in regioni quali il Piemonte, Lombardia, Sardegna ed Abruzzo.
Sul sito dell’AIC  potrete trovare i migliori luoghi dove praticare il canyoning, i raduni e il calendario delle gare che si svolgono nella nostra penisola e in Europa.

Avete presente quel torrente e quella piccola cascata che guardavate a bocca aperta quando eravate piccoli? Potete iniziare da quello.