Contacttaci

Come scegliere lo zaino ideale per il fotografo escursionista

Chi vive la montagna sa quanto è importante avere uno zaino capiente ma anche leggero. In questo articolo vi segnaliamo alcuni criteri di scelta per il vostro zaino ideale per le escursioni fotografiche.

AGGIUNGI AI PREFERITI
lo zaino ideale per il fotografo escursionista

Nelle interviste che abbiamo fatto ai fotografi Alberto Bregani e Mauro Lanfranchi qui su EverydayClimbers Magazine, è sempre presente una domanda sul contenuto del proprio zaino, che ognuno ha interpretato a proprio modo.

Lo zaino è un elemento fondamentale per il fotografo-escursionista montano e non è sempre semplice trovare il giusto compromesso tra le necessità del buon escursionista e le esigenze del fotografo naturalista. Quindi non esiste uno zaino universale ideale, ma è necessario trovare quello adatto a noi.

Proviamo qui a dare qualche dritta per condurre ognuno di voi alla scelta migliore.

Il peso dello zaino

Lo zaino deve essere leggero. Questo è l’imperativo che tutti vi diranno. Ma quanto leggero? Diciamo che non può superare i 20 chili. In montagna, specie se dobbiamo superare dislivelli importanti, è necessario ridurre gli accessori al minimo indispensabile e alle utilities di cui proprio non possiamo fare a meno. 20 chili è un obiettivo difficile da raggiungere, soprattutto quando nel minimo indispensabile rientrano anche ottiche necessarie per immortalare animali come marmotte e camosci.

La capienza dello zaino

Lo zaino viene scelto sulla base della comodità e della sua capienza – definita in litri – che deve prevedere non solo l’attrezzatura fotografica ma tutto l’occorrente per portare a termine l’escursione senza inconvenienti. Diciamo che per un’escursione giornaliera la capacità dello zaino non deve superare i 30 – 35 litri; se prevediamo di dormire in rifugio lo zaino ideale deve avere una capienza variabile da 40 a 50 litri. Infine se si ha in programma di camminare per più giorni campeggiando all’aperto, il volume dello zaino dovrà essere di 60-80 litri, dovendo prevedere anche la tenda, sacco a pelo, fornelletto e scorte di viveri. Il peso dello zaino da vuoto deve essere minimo, pertanto il materiale dovrà essere leggero e resistente.

Forma e organizzazione degli spazi

Gli zaini di nuova generazione hanno una forma che si sviluppa in verticale, più allungata e compatta. L’importante è che lo zaino contenga molte tasche e compartimenti imbottiti ben organizzati per proteggerlo dall’acqua, dalla polvere e da urti accidentali contro roccia e alberi. La suddivisione in scomparti per riporre correttamente gli obiettivi senza che subiscano urti accidentali è la condizione principale per uno zaino fotografico. L’attrezzatura deve essere sempre a portata di mano: ad esempio, l’accesso laterale tramite zip consente di accedere velocemente allo spazio che ospita la fotocamera con un unico agile movimento. Lo zaino deve anche avere numerosi punti di attacco esterni che consentono di fissare allo zaino il treppiede o i bastoncini da trekking.

Schienale, spallacci e cintura

Lo schienale deve avere una forma ergonomica, specialmente se questo viene tenuto a lungo sulle spalle. Non è detto però che debba essere necessariamente imbottito, perché a volte tale struttura può impedire la libera circolazione dell’aria, comportando una eccessiva sudorazione della schiena. Gli spallacci sopra le clavicole devono invece essere fornite di imbottitura. È importante che lo zaino abbia la cinghia sulla parte anteriore per dare maggiore stabilità al carico e per trasportare la fotocamera in sicurezza evitando di affaticare il collo. La cintura, meglio se grossa e robusta e facilmente regolabile, consente di alleggerire la schiena scaricando il peso sul bacino; di solito questa contiene anche gancetti e piccole tasche laterali per accessori di dimensioni modeste, come schede di memoria o filtri.

Sono molti i modelli di zaini in commercio tra cui scegliere: è anche importante sapere l’uso che dovete farne e in quale stagione si utilizzerà (escursioni invernali richiedono uno zaino più capiente poiché deve accogliere pile, giacche a vento, guanti e indumenti più voluminosi rispetto a quelli estivi). Altro aspetto importante da considerare: se viaggiate tanto in aereo accertatevi sempre che lo zaino sia trasportabile come bagaglio a mano, quindi nella scelta fate particolare attenzione alle dimensioni.

Ok, ora avete tutte le informazioni necessarie per l’acquisto di uno zaino perfetto per voi.

AGGIUNGI AI PREFERITI
WordPress Video Lightbox
Acquista L’acqua Levissima