Levissima apre le porte del suo stabilimento ai rappresentanti delle associazioni consumatori

 

Lo stabilimento dell’acqua Levissima nel cuore delle Alpi
Cosa distingue l’acqua minerale dall’acqua potabile? Perché Levissima è definita da sempre “altissima e purissima”? Quali sono i processi che le permettono di arrivare sulle tavole degli italiani incontaminata, così come è alla fonte? Quanti sono i controlli quotidiani che garantiscono la qualità di questa preziosa risorsa?
 

L’incontro tra Gruppo Sanpellegrino e Consumatori

Questi solo alcuni dei temi affrontati durante l’interessante iniziativa, organizzata dall’11 al 13 ottobre in collaborazione con Centromarca, che ha fatto incontrare i vertici di Levissima e del Gruppo Sanpellegrino con i rappresentanti delle Associazioni Consumatori, quali Adiconsum, Adoc, Confconsumatori, Consumers’ Forum, Federconsumatori, Movimento Difesa del Cittadino e Unione Nazionale Consumatori.

Lo stabilimento Levissima

Come cornice, le Alpi dell’Alta Valtellina, dove da 80 anni l’acqua Levissima è un’importante protagonista del territorio che circonda la città di Bormio.

Proprio qui, nella frazione Cepina del comune limitrofo Valdisotto, sorge il suo stabilimento, dove l’impegno di ciascun dipendente è quello di mantenere intatte tutte le caratteristiche di quest’acqua minerale.

Dalla selezione delle materie prime, allo studio del PET, fino al monitoraggio di tutto il percorso che compie la bottiglia prima di arrivare alla tavola del consumatore: una catena di processi, durante i quali l’acqua non viene mai toccata dall’uomo proprio per rimanere pura e inalterata.

E per capire da dove arrivi tutta questa bellezza, basta alzare lo sguardo verso la montagna.

Le sorgenti Levissima

Una volta usciti dallo stabilimento, infatti, gli ospiti si sono inerpicati, con l’aiuto di qualche jeep, fino alle sorgenti.

Circondate solo dal silenzio degli alberi, imbiancati dalle prime nevi della stagione, le sorgenti di Levissima vengono protette da grossi lucchetti che serrano i luoghi in cui l’acqua minerale viene captata per essere poi condotta a valle.

Un ambiente davvero unico, in cui è facile capire quanto sia importante l’impegno dell’azienda per conservare tutta la purezza di questa risorsa non delocalizzabile.

Le risposte del Gruppo Sanpellegrino

La visita è poi proseguita tra domande, riflessioni, dati e aneddoti, in un fruttuoso scambio tra i rappresentanti del Gruppo Sanpellegrino, tra i quali l’Amministratore Delegato Stefano Agostini, e i portavoce di coloro che sono sempre al centro delle politiche aziendali: i consumatori.

Insieme, si è potuto dare risposte a dubbi e curiosità sul mondo dell’acqua minerale e l’impegno di Sanpellegrino, così come ottenere ulteriori spunti di riflessione per un continuo miglioramento.


Le nostre ultime news

Giornata mondiale dell’am...

Grazie all’impegno degli ultimi dieci anni, Levissima raggiungerà l’importante traguardo dell’annullamento delle emissioni di CO2 nel prossimo anno.

04/06/2021

Fai strada al green con L...

Fai strada al green con Levissima, Levissima+ e Levissima Natura Muoversi in città in modo pratico e veloce è una necessità, farlo in maniera sostenibile è un gesto d’amore per l’ambie...

Levissima 100% R-PET: la ...

Levissima 100% R-PET: la prima bottiglia in Italia in sola plastica riciclata Prosegue il percorso di rigenerazione a tutela dell’ambiente: Levissima lancia la prima bottiglia in Italia ...