Come fotografare un incontro di tennis

Contacttaci

Le principali tecniche e i consigli da seguire

  Dove posizionarci? Che impostazioni usare? Quali attrezzature portare? Un fotografo sportivo specializzato in scatti di tennis ci ha suggerito qualche consiglio per le migliori inquadrature verticali di un match sulla terra rossa.

AGGIUNGI AI PREFERITI
Scopri come realizzare uno scatto verticale perfetto durante un match di tennis

Fotografare le attività sportive è un’arte a parte. In particolare, immortalare le gesta di un tennista in un campo di terra rossa necessita la conoscenza di alcune tipiche tecniche e specificità. Considerando la doppia occasione degli Internazionali di Tennis di Roma e del photo contest #EverydayClimbers, entrambi con Levissima protagonista, abbiamo chiesto ad Antonio Bonsignori, fotografo sportivo freelance specializzato in scatti tennistici, di darci alcune dritte pratiche soprattutto sulle inquadrature verticali, che sono il tema del contest di cui sopra.

Attrezzature

E’ sempre importante avere una macchina fotografica con una buona capacità di effettuare il cosiddetto “scatto a raffica”, ovvero quando la fotocamera inizia uno scatto di fotografie in sequenza con la pressione del dito sul pulsante fino a quando non viene rilasciato. Per quanto riguarda le lenti è sempre preferibile portarsi dietro degli zoom come 70-200, 70-300, ma anche 400, per immagini più ravvicinate. Il fotografo deve avere più libertà di movimento possibile, seppur in spazi limitati, quindi si sconsiglia l’uso del treppiede, semmai un monopiede, oppure niente.

Posizionamento

E’ consigliabile andare nel luogo dove bisogna fare le foto circa 20 minuti prima dell’inizio del match in modo che possiamo impostare tutto senza avere problemi successivamente. Se si ha la possibilità, è meglio mettersi nel lato corto del campo in modo che si prendano più frontalmente i giocatori. Se non è possibile ciò, allora cercare di posizionarsi nel lato lungo del campo, esattamente al centro.

Inquadrature

Le inquadrature da fare sono quelle solitamente strette sul soggetto. L’importante è cercare di prendere completamente il soggetto e includere nel fotogramma la pallina – i momenti migliori sono naturalmente l’impatto della palla con la racchetta. Se si vogliono privilegiare le inquadrature verticali allora è meglio concentrarsi nell’immortalare le immagini che si sviluppano verso l’alto, quindi le battute o il gioco vicino alla rete, smash o volée alte. Nel caso si voglia provare degli scatti più creativi, sarà necessario montare una focale più corta e quindi includere anche parte del campo o gli spettatori nell’inquadratura, altrimenti si possono fare dei primi piani ai giocatori.

Modalità e impostazioni di scatto

Se volete scattare una foto di un certo livello qualitativo, sconsiglio vivamente di affidarsi alla pre-impostazione Sport presente su molte fotocamere, ma utilizzare invece le modalità Semi-Automatica oppure Manuali. Per quanto riguarda i tempi di scatto, tutto dipende dal livello dei giocatori che state fotografando: se si tratta di amici e conoscenti e quindi con un gioco mediamente lento, allora si possono usare tempi come 1/200 e 1/250. Se invece i tennisti giocano a livelli professionisti, allora bisogna usare tempi più corti, ad esempio 1/400, 1/500 per ottenere uno scatto dinamico.

Adesso tocca a voi a scattare la miglior foto possibile durante un match di tennis!

AGGIUNGI AI PREFERITI
WordPress Video Lightbox
Acquista L’acqua Levissima